Ci hanno lasciato a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro. “El Pibe de Oro” il 25 novembre 2020, mentre “Pablito Mundial” il 9 dicembre 2020. Erano spesso rivali sul rettangolo di gioco, agli antipodi dal punto di vista caratteriale e come giocatori, ma uniti dal destino che ce li ha portati via troppo presto. Maradona e Rossi sono stati campioni di un calcio che non c’è più. Idoli eterni di una generazione. Continua a leggere

Il cimitero come specchio di un periodo storico: tramite tombe e sepolcri ogni epoca ha espresso il proprio modo di celebrare i defunti. 

La nostra epoca, caratterizzata da un ruolo sempre più importante della tecnologia, non poteva non inventare un luogo virtuale in cui omaggiare i defunti. Proprio questo è il ruolo di un cimitero virtuale: uno spazio in cui ricordare i nostri cari che ci hanno lasciato, magari dando la possibilità a chi lo ha conosciuto in vita ed amato di caricare foto, musica, testi a lui dedicati.  Continua a leggere

Dal primo caso Covid a Codogno, fino all’arrivo del vaccino, la cronistoria degli avvenimenti indelebili di quest’anno legati al coronavirus.

Continua a leggere

Affrontare il dolore che ci colpisce quando una persona che amiamo ci lascia è sempre difficile, ma in questi tempi strani può esserlo ancora di più. 

La situazione in cui ci troviamo nel nostro paese impone molte restrizioni e questo si riflette su molti aspetti, il primo dei quali è quello della difficoltà di assistere il nostro caro nei suoi ultimi giorni di vita quando si trova in ospedale o in una casa di cura. Per le persone decedute affette dal virus, inoltre, la normativa è ancora più stringente.  Continua a leggere

“Dove le parole non arrivano… la musica parla” dice un aforisma attribuito a Beethoven. 

La musica in un funerale può svolgere funzioni diverse. Un cantico religioso può ricordare ai partecipanti la speranza di riabbracciare il loro caro, di lenire il loro dolore e tranquillizzarli.  Continua a leggere

Capita a tutti noi, anche ai più loquaci, di provare quella strana sensazione di paura all’idea di parlare a qualcuno che ha perso un proprio caro. “Cosa gli dico?” Questa è la domanda che attraversa la mente della maggior parte delle persone quando si trova in questa situazione.

Lo stesso accade davanti ad un foglio, o un biglietto bianco. A volte è necessario, o si preferisce, scrivere un messaggio di condoglianze piuttosto che fare una telefonata o fare una visita di persona. Ma anche in questo caso siamo assaliti da quel vuoto mentale che viene ingenerato dalla paura di trovare solo le parole sbagliate da dire. Continua a leggere

Il periodo attraversato nel fatidico 2020 è stato complesso per ognuno di noi. Abbiamo provato cosa si prova a stare lontani dalle persone che amiamo e abbiamo dovuto fare i conti con la solitudine fisica, che spesso è difficile da colmare, nemmeno con i social media. 

Per coloro che hanno perso una persona cara la situazione può essere molto più difficile. La gestione del dolore è più semplice quando si hanno famiglia e amici accanto, li si può vedere, abbracciare e percepire il conforto a livello fisico, ma in alcuni periodi di lock-down o di zona rossa questo è impossibile. Quali comportamenti potrebbero essere utili per elaborare il lutto e sentirsi meno soli? Continua a leggere

Purtroppo quasi tutti noi abbiamo perso qualcuno che ci era vicino e sappiamo il dolore e il malessere che provoca. Per questo è più che comprensibile che desideriamo aiutare i nostri amici o parenti che si trovano ad affrontare una problematica simile.  Continua a leggere

Capita spesso che alla morte di una persona cara si ricevano condoglianze per iscritto, sempre più spesso con un messaggio, ma anche con una e-mail, una lettera tradizionale o un telegramma. Potresti anche voler ringraziare le persone che sono intervenute al funerale del tuo caro e l’idea di liquidare tutto con un semplice “grazie” potrebbe non piacerti molto, ma trovare le parole giuste da usare in un momento così difficile, può non essere semplice. Continua a leggere

Quando pensiamo ad un’impresa che organizza le esequie di una persona deceduta, ci possono venire in mente varie espressioni per definirla: onoranze funebri, agenzia funebre e pompe funebri. Per quanto riguarda quest’ultimo termine, forse vi sarete chiesti da cosa deriva, visto che è un’espressione particolare.   Continua a leggere